Dissolta.

Lapilli di lacrime lampeggiano da quassù.

Le mie mani mi hanno violentata ed io ho gioito, mi sono aperta un folle passaggio.

Non ho più paura. Pensare uccide ed io adesso voglio morire. Voglio soffrire intensamente, voglio affievolirmi come l'effetto del chartreuse.

Voglio lasciarmi andare.

Amarsi e odiarsi.

Vita e morte.

Sono solo attimi rubati ad una lingua di fuoco prodotta dalla combustione tra destino e desiderio.

La mia dolcezza mi duole.

Penso alle cose che ho perso, al bagliore del tempo, allo splendore delle gocce del mio pianto.

Perché lo faccio. Perché me lo chiedi. Perché non rispondo.

È un istinto fisico, invisibile, profumato, vergognoso.

Voglio volare e non cadere in un momento sospeso.

Voglio riconciliarmi al terreno.

Mi amo e mi odio. Mi amo e mi odio.

Voglio sentire il vento dentro.

Voglio stringere gli occhi ed aspettare l'inizio della fine.

Voglio assaporare il sangue, come inchiostro vederlo dipingere di me il mio attimo declive.

Voglio rovesciarmi come acqua; mi verso giù abbondantemente e con forza, sottosopra, dalla parte opposta del diritto; voglio mutarmi radicalmente, voglio capovolgermi, invertirmi, vedere il mio sangue ardente, del colore del fuoco, corroso abbracciato dall'ossigeno.

Voglio intrappolarmi nelle vene, rimanere in bilico; ho della morte un desiderio perverso, malvagio, profondamente incline al male, vizioso, lancinante, soave.

Grande confusione e disordine intenso, questo è ciò che ora provo. E' caduta la mia fede nella libertà e nella ragione, voglio seguire i miei impulsi più segreti.

Sento un turbamento dell'anima che viaggia con irregolarità nell'orbita delle mie percezioni.

Sento un incastro tra dentro e fuori, sento una ferita che voglio lasciare aperta, un desiderio incarnito.

Voglio riflettermi a tratti nei vetri delle vostre finestre. Come ho sempre fatto all'interno delle vostre esistenze.

Ma ora voglio che mi invidiate perché io volo.

Perché in questo istante infinito, ballando, mi libero.

Dissolta.ultima modifica: 2005-07-24T00:12:51+02:00da fuoridime@v
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Dissolta.

  1. Che splendida foto hai usato, per dare corpo alle tue parole!!!! Veramente magnifica e non serve chiudere gli occhi per immaginare quanto descrivi, quelle figure in bianco e nero, sublime espressione delle cose, da sole trasmettono il tuo mesaggio! Complimenti Claudia

Lascia un commento