Spogliami adesso.

Dove stai andando con quell'aria minacciosa. Qualche volta approfitterei di te. Come ora. Ti prendo. Scusami ma devo strapparti i vestiti. Scusami ma il tuo tempo oggi è finito. Qui inizia la tua gloria. Ti dispiace se ti accarezzo. Giuro sarò dolce, delicata come un demone. Ti rallegrerò e ti conforterò lo spirito. Sarò piacevole e allettante. Sono alla ricerca di un momentaneo appagamento. Mite, tiepido, temperato. E ripido. Scusa ti infilo le mani nell'intimo, spero non ti dispiaccia. Scusa gioco con il tuo tesoro. Voglio tornare bambina. E giocare. Su e giù. Una corsa su e giù nei miei ricordi. Spogliami adesso. Tocca a te cercarmi. Mi arrovello come al solito nell'ardore delle tue labbra. Lo so che vuoi passare subito al sodo. Ma preferisco lasciarti soffrire ancora un po'. E godere del resto del tuo corpo. Iniziamo a sudare – iniziamo a trascinarci – iniziamo a sospirare – iniziamo questo ballo – le tue autorità danzano dentro me – ovunque dentro me. Ti ho – scusa non riesco a parlare – scusa non voglio parlare ora – scusa voglio solo assaporarti. Lasciami ancora un po' perché mi piace il seme della vita. Di spalle è sempre un po' troppo misterioso, te lo concedo se dopo ti cavalco. Non essere violento o sarò costretta a morderti. Sai che lo farei e so che ti piacerebbe. Ti adoro quando inizi piano, mi fa impazzire l'attesa. Ti prego basta torna violento perché devo sentirmi viva. Un incastro perfetto. Ti adoro. Ti adoro. Questo tavolo ora è il mio castello. La vista si sfuoca, inizio a sentire svanire le energie, inizio a sentire i brividi, inizio a camminare verso un'effimera sensazione di elasticità della realtà. Avanti e indietro e se sarai più deciso ancora poco scorrerò permeabile verso l'acme dell'eccitazione più frenetica. Come adesso – scusa lasciami in un attimo di pace devo calmare i sensi. Ancora un po' di pace devo raffreddare questa fiamma. Con te non perderei mai l'occasione di amare. Scusa adesso la mia percezione sta tornando stabile, non voglio farti male ma dovrò scontrarti al pavimento. Scusa adesso non posso parlare devo guidare.

Spogliami adesso.ultima modifica: 2005-07-25T12:40:20+02:00da fuoridime@v
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Spogliami adesso.

Lascia un commento